Il Tau Calcio lancia l'hashtag #NoiGiochiamoInCasa

 Scuole chiuse e attività sportive sospese: una rivoluzione delle abitudini di tutti, in particolare per i più piccoli. Anche l'Asd Tau Calcio Altopascio si è adeguata alle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che impone la sospensione delle attività e la chiusura degli impianti, ma per restare vicino ai tanti tesserati ha lanciato l'hashtag #NoiGiochiamoInCasa. I giovani atleti amaranto sono chiamati a inviare video che li riprendono mentre giocano, palleggiano, parano rigori tra le porte di casa o in giardino. Le prodezze, poi, verranno condivise sui canali social del Tau Calcio. Un modo semplice per far sentire a tutti che la grande famiglia Tau resiste e si tiene in forma e con il morale alto. 

Ma non solo. La società altopascese ha messo al lavoro anche i più grandi: la Prima Squadra che, fino all'interruzione delle attività, stava conducendo un campionato soddisfacente in Eccellenza si è messa all'opera con video, sfide ed esercizi per guidare i più piccoli. Una sorta di challenge casalinga, che sfida il settore giovanile a imitare, e perché no a superare, le prodezze degli atleti più grandi. Per primo è partito il capitano Elia Chianese che ha dato sfoggio di una mira prodigiosa e di grande abilità calcistica, palleggiando con un rotolo di carta igienica e una pigna o colpendo al volo con la palla un frisbee lanciato in giardino. In arrivo anche esercizi da svolgere in giardino o in casa curati del preparatore atletico della prima squadra, Federico Secchiaroli.

Per partecipare è sufficiente andare sui canali social del Tau Calcio, accettare la sfida e condividere il risultato taggando su Instagram e su Facebook l'Asd Tau Calcio Altopascio.

 

Chianese che fa canestro nel bidet e colpisce un frisbee in aria con la palla: https://youtu.be/aBepoiTEcAE

Chianese che palleggia la carta igienica: https://youtu.be/zgnBgQJssFY