"Say cheese!": a Photolux una collettiva dedicata al ritratto di famiglia

 Il conto alla rovescia per Photolux Festival è ormai partito. La biennale internazionale di fotografia dedicata quest’anno all’amore e alle sue molteplici sfaccettature aprirà i battenti sabato 21 maggio. “You can call it Love”: questo il titolo scelto per raccontare i mille volti dell’amore.

Una narrazione che tocca, inevitabilmente, anche il tema della famiglia. Nelle sale di Palazzo Ducale, infatti, sarà allestita “Say Cheese! Un nuovo ritratto di famiglia” una coinvolgente collettiva che ripercorre l’evoluzione di uno dei generi più utilizzati nella storia della fotografia: il ritratto di famiglia. Un'immagine riconoscibile, tradizionalissima, che da privilegio delle famiglie più abbienti è diventata, con il tempo, una pratica comune a tutti i gruppi familiari. Una macchina fotografica, un volontario - di solito il papà - e un bel sorriso: ecco che un momento, una festa, un compleanno, un’occasione speciale, restano fissati per sempre nel tempo.

Il ritratto di famiglia, dunque, si trasforma in vera e propria forma di linguaggio espressivo che testimonia non solo l’evoluzione dell’atto stesso del fotografare - da gesto elitario a pratica di massa - ma anche i progressivi cambiamenti della società a partire dal suo nucleo primario.

La collettiva si arricchisce, inoltre, di una installazione dedicata al diario, grazie alla collaborazione con il Piccolo Museo del Diario dell’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano (Arezzo) e ai film di famiglia, grazie a una selezione di materiali provenienti dall'Archivio dei Film di Famiglia di Bologna.

Tutte le mostre del Festival restano aperte dal 21 maggio al 12 giugno, dal lunedì al giovedì, dalle 15 alle 19.30, e dal venerdì alla domenica, dalle 10 alle 19.30. La sede di Villa Bottini, con la biglietteria e il bookshop, sarà l'unica aperta tutti i giorni dalle 10 alle 19:30Per info: www.photoluxfestival.it

Photolux, con la direzione artistica di  Rica Cerbarano, Francesco Colombelli, Chiara Ruberti ed Enrico Stefanelli, è organizzato con il sostegno del main partner: Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca; partner istituzionali: Città di Lucca, Provincia di Lucca, Lucca Promos - The Lands of Giacomo Puccini, Camera di Commercio di Lucca; sponsor: intarget flowing digital, Pictet Asset Management.