Variazioni di bIlancio: quasi due milioni per opere pubbliche, ambiente e settori scuola e sociale

Ammonta a oltre 3 milioni di euro la variazione di bilancio approvata dal consiglio comunale di Altopascio grazie alla quale sarà possibile applicare anche l'avanzo di amministrazione. Circa 3 milioni e duecentomila euro complessivi, dunque, di cui 1 milione e 600mila euro sarà riversato sul territorio. In buona parte i fondi saranno destinati alla realizzazione di opere pubbliche urgenti e molto sentite, ma anche l'ambiente e il settore scuola e sociale beneficeranno di questi stanziamenti.

 

«La prassi - commenta il sindaco Sara D'Ambrosio - sarà questa, d'ora in poi: ascoltare i cittadini, capirne le urgenze e le necessità e lavorare il più rapidamente ed efficacemente possibile per dare le giuste risposte. Con questa importante variazione di bilancio potremo finalmente sbloccare progetti e cantieri di grande urgenza, come i nuovi impianti di illuminazione pubblica, gli interventi nei cimiteri e soprattutto le asfaltature. Le parole d'ordine, infatti, sono sicurezza, decoro e cura del territorio, nel centro e nelle frazioni: tutti i prossimi interventi guarderanno in questa direzione, proprio per restituire al nostro comune, a tutto il comune, l'attenzione che merita. Attenzione che si concentrerà anche sull'ambiente, destinando fondi alle bonifiche delle discariche abusive che derivano dall'abbandono rifiuti, ai lavori di manutenzione della Riserva naturale del Lago di Sibolla e ai contributi per caldaie e camini. Inoltre, un capitolo di spesa ci serve al sociale, ai minori in struttura, al settore scuola e al taglio della Tari per le attività commerciali ed economiche più colpite dagli effetti della pandemia. Ogni giorno, tutti i giorni, lavoriamo insieme per crescere tutti alla stessa velocità».

 

I LAVORI PUBBLICI. Sarà destinato quasi un milione di euro alle opere pubbliche. Guardiamoli nel dettaglio: nuova illuminazione in località Ponte alla Ciliegia/Michi (120mila euro), lavori di asfaltatura in via Vecchia Romana, completandone la riqualificazione dopo l’installazione della nuova illuminazione (45mila euro), e in via di Marginone (60mila euro). In arrivo anche un nuovo spazio urbano a Spianate, in località Nardi (70mila euro), a servizio del parco e dell’area residenziale di via Bruno Nardi e la manutenzione alla palestra di Badia Pozzeveri (25mila euro). Al patrimonio scolastico saranno destinati 70mila, oltre ai 35mila per la scuola dell’infanzia di via del Valico dove sarà realizzata la nuova pavimentazione e ai 40mila euro per la scuola media G. Ungaretti per il completamento dell’impianto antincendio. Attenzione allo sport, con gli interventi sugli impiantivi di Altopascio, Badia, Marginone e Spianate (30mila euro). E ancora: bonifica dell’area di via della Fornace (40mila euro), completamento del parco e della valorizzazione delle Mura Castellane e Silos dei Granai (50mila euro). Per il capitolo cimiteri, saranno investiti 155mila euro per gli affidamenti dei lavori che saranno realizzati nella primavera 2022: a Marginone e a Spianate verranno realizzati nuovi ossarini e loculi; ad Altopascio si creeranno nuovi campi per sepolcreti; a Badia Pozzeveri sarà sistemata l’area dietro la cappella cimiteriale, saranno realizzati nuovi campi e sepolcreti e sarà migliorata la rete idrica.

 

 

GLI ALTRI INTERVENTI. Saranno dismesse le vecchie auto e verrà acquistata una nuova Panda 4x4 da destinare alla Protezione Civile. La variazione di bilancio andrà a beneficio anche dei servizi scolastici e settore sociale, a partire dai minori in struttura. Inoltre sul versante ambientale saranno finanziati lavori di manutenzione e miglioramento in tutta l’area del Lago di Sibolla e si potrà procedere con le bonifiche delle aree maggiormente colpite dalla pratica, incivile, dell’abbandono dei rifiuti. Grazie a questa manovra, inoltre, i cittadini che hanno rendicontato le spese potranno ricevere i contributi per l’acquisto e la sostituzione delle vecchie caldaie e camini. Infine, circa 170mila euro saranno destinati agli sgravi sulla TARI (parte fissa e variabile): le attività commerciali e artigianali colpite dalle limitazioni e dalle chiusure derivanti dal Covid-19 potranno beneficiare di uno sconto consistente sulle tariffe.